Notizie Notizie, Notizie Frati, Notizie Monache, Notizie OCDS
18 Aprile 2022

Notizie dal Carmelo Secolare in Ucraina – di Verinica Zuieva, OCDS di Kiev

Vorrei condividere con voi la situazione attuale delle nostre comunità OCDS in Ucraina. Siamo in 46 a voler vivere della spiritualità carmelitana. Ma prima, facciamo una breve storia del Carmelo Secolare nella nostra terra dell’Europa dell’Est.

Nella periferia dell’antica città di Kiev si trova la Chiesa dell’Esaltazione della Santa Croce: è qui che i Padri Carmelitani iniziarono la loro missione dopo il periodo comunista. Nell’ottobre 1994 fu fondata la prima comunità del Carmelo Secolare “degli Angeli Custodi”. Oggi la comunità di Kiev conta 18 membri. Nel febbraio 2003, nella città di Khmelnytsky, si formò la comunità “Maria, Madre di Dio della Grazia” con l’appoggio dei Padri Carmelitani. È oggi composta da 14 membri. Nella città di Berdychiv, all’ombra dell’immagine di Santa Maria dello Scapolare, nell’autunno 2014 nacque la comunità dell’“Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria”, con 8 membri. La comunità più giovane è attualmente a Kharkiv. È nata nel gennaio 2020 e si chiama “Gesù Bambino di Praga”.

Oggi, in questi tempi di guerra, la situazione è difficile per tutte le comunità e per tutte le nostre famiglie. Stiamo cercando di rimanere in contatto gli uni con gli altri. In questo momento, solo un membro della comunità di Kharkiv rimane nella città distrutta. Quando l’elettricità e il cibo sono venuti meno e il riscaldamento si è interrotto, ha trovato rifugio in un bunker vicino a una parrocchia. I membri della comunità di Berdychiv sono rimasti nelle loro case, poiché la città non è ancora stata bombardata. Tutti si aiutano come possono: alcuni accolgono i rifugiati dall’est del Paese, altri preparano reti militari o cuciono vestiti per i soldati e i difensori della città, altri lavorano come volontari. A Khmelnytsky, i membri della comunità vivono chiusi nelle loro case. Quattro persone dell’OCDS sono rimaste a Kiev. Intorno a Kiev, molti luoghi sono stati rasi al suolo e distrutti. Le case dei civili sono state distrutte spietatamente.

Affidiamo la nostra vita nelle mani del Signore e della sua Divina Misericordia. In modo molto speciale, troviamo rifugio nel grande protettore del Carmelo, San Giuseppe. Tutte le nostre comunità pregano questo grande santo, ricordando ciò che la nostra Santa Madre Teresa di Gesù ha detto di lui. Chiediamo anche a voi di pregare San Giuseppe per la pace in Ucraina.