P. Saverio alla festa della comunità del Teresianum

P. Saverio alla festa della comunità del Teresianum

Alcuni anni fa, quando era Superiore P. Antoine-Marie Zacharie Igirukwayo, la Comunità del Teresianum decise di celebrare la propria festa il 12 marzo, anniversario della canonizzazione di santa Teresa di Gesù.

Quest’anno, 396° anniversario di tale data così importante, la comunità si è radunata nella cappella per celebrare la Santa Messa, presieduta da P. Saverio Cannistrà.

Nella sua omelia il P. Generale ha ricordato, alla luce delle letture del giorno, la passione di santa Teresa di Gesù per la vita e ha sottolineato che la Quaresima è un tempo opportuno per ricordare che Dio vuole sempre attirarci alla Vita; ce lo mostra attraverso i ricchi segni che si manifestano nella nostra vita, e potremo riconoscerli nella misura in cui vivremo un’autentica conversione fondata sulla fede, fonte della pienezza di vita, e non sui nostri piccoli progetti umani. “Dio ci offre un progetto di vita nuova, un progetto che sta creando cieli nuovi e terra nuova, e forse un nuovo Carmelo, un Teresianum nuovo, delle comunità nuove. Che siamo capaci di vederlo e di camminare in questa direzione…”. Dio ci disturba, ma in questo modo ci rende capaci di aprirci alla novità, ha concluso P. Saverio.

La sua omelia, che abbiamo diffuso in diretta attraverso i nostri account nelle reti social Twitter e Facebook, è disponibile – in italiano – a questo link: https://www.pscp.tv/w/1kvJpWlkeooGE

La festa si è conclusa con una cena fraterna cui hanno partecipato, insieme al P. Generale, il P. Vicario Agustí Borrell e alcuni membri del Definitorio, oltre che ai religiosi Carmelitani Scalzi delle diverse comunità di Roma.