Monsignor Anders Arborelius, svedese dell’anno 2017

Monsignor Anders Arborelius, svedese dell’anno 2017

La prestigiosa rivista svedese di notizie  “Fokus” ha nominato il nostro fratello Card. Anders Arborelius OCD, cittadino svedese dell’anno, a motivo del suo carattere deciso e coinvolgente quale leader più in vista della Chiesa cattolica in Svezia, nella quale tutti trovano uno spazio in cui condividere la fede, la speranza e l’amore.

In un’intervista al sito Web spagnolo www.religionconfidencial.com, il sacerdote Andrés Bernar afferma che Mons. Arborelius è sempre stato una voce di riferimento – non solo per i cattolici svedesi –, coraggiosa quando si tratta di spiegare con semplicità e chiarezza la dottrina della Chiesa, e che sa mettersi sempre dalla parte dei più deboli.

Alla Radio Vaticana, Anders Arborelius ha dichiarato: “A volte mi chiedono se sono un vero svedese, perché ritengono che sia impossibile esserlo quando si è, allo stesso tempo, sacerdote cattolico, vescovo e cardinale. Sono contento per questo riconoscimento e credo che la rivista sia stata coraggiosa a farlo. Mostra che la Chiesa Cattolica diventa sempre più una realtà svedese e appartiene alla cultura della società del nostro paese”.

Da parte sua, la giuria ha riconosciuto che il nostro fratello Card. Arborelius, OCD, è un uomo capace di rappresentare degnamente la Chiesa Cattolica in un paese la cui identità è principalmente laica o luterana. Egli svolge inoltre un ruolo essenziale nell’integrazione tra gli svedesi e gli immigrati giunti da altri paesi. Insomma, afferma “Fokus: “Lo svedese dell’anno 2017 è Anders Arborelius, carmelitano scalzo, sacerdote, vescovo e cardinale”.

Aggiungiamo che proprio pochi giorni fa, il 23 dicembre 2017, Papa Francesco ha annoverato il Card. Arborelius tra i membri del Pontificio Consiglio per la Promozione dell’Unità dei Cristiani.